Mogliano Veneto, 5 ottobre 2019

Ieri sera durante la prima Commissione è stato portato dalla Giunta Bortolato un pacchetto di emendamenti al regolamento della Consulta Pari Opportunità, che nelle intenzioni dei proponenti doveva superare i problemi legati alle assenze e al corretto funzionamento dell’organismo. Quello che poteva essere considerato un proposito condivisibile, ha assunto poi i contorni di un vero e proprio taglio della rappresentanza all’interno della Consulta delle associazioni di categoria, della componente sindacale, del Consiglio Comunale dei Ragazzi e del Consultorio Familiare.
Il taglio della rappresentanza renderebbe forse più agili i lavori ma, a nostro parere, escluderebbe parti della società importantissime che tutti i giorni sono a contatto con le discriminazioni e che possono portare esperienze e competenze fondamentali per i lavori della Consulta. Rimarrebbero altresì solo le componenti delle scuole, delle associazioni dei diversamente abili, i tre rappresentanti delle associazioni del territorio e i tre consiglieri comunali. Una composizione importante ma di certo insufficiente da sola a dar voce a tutti i tipi di discriminazione che avvengono nella società dei nostri giorni. Si pensi, ad esempio, alla forte disparità tra uomo e donna nel mondo del lavoro che può essere combattuta continuando a dare voce ai rappresentanti delle associazioni di categoria che possono portare un punto di vista utile e qualificato.
Essendo questo delle pari opportunità un tema trasversale che travalica gli schieramenti politici, come consiglieri di minoranza chiediamo all’assessora Tochet e alla Giunta di stralciare il punto all’ordine del giorno del Consiglio comunale e di avviare insieme e fin da subito un lavoro di revisione integrale del Regolamento in Commissione, con lo stesso spirito che ha portato alla costituzione della Commissione Ambiente. Pensiamo che sia una bella occasione per scrivere insieme un’altra bella pagina per le nostre cittadine e i nostri cittadini.

Carola Arena
Daniele Ceschin
Giacomo Nilandi
Tiziana Bau
Renzo Prete
Roberta Albanese